VENERDÌ 11 OTTOBRE A SANSEPOLCRO IL TAGLIO DEL NASTRO DELLA STANZA MULTISENSORIALE

Tutto pronto. E' in programma per venerdì 11 ottobre alle ore 17, nei locali di via Angelo Scarpetti a Sansepolcro, l'inaugurazione della stanza multisensoriale. E' stata realizzata da Du it nei locali della Cooperativa Sean con il finanziamento della Fondazione Prosolidar. E' un luogo avvolgente e accogliente fatto di luci, colori, aromi, essenze, suoni, oggetti e immagini su cui si basa il "Metodo Snoezelen" di origine olandese che significa "esplorare" e "rilassare". E' rivolta a persone con disabilità, persone con autismo, anziani, bambini e anche alle stesse famiglie che possono utilizzarla come sostegno psichico o semplicemente come zona di rilassamento. Per i bambini sarà uno spazio per vivere esperienze sensoriali ricche e stimolanti, capaci di incentivare la loro esplorazione e sviluppare la loro consapevolezza. Si tratta di una stanza che, per sua concezione e tipologie di stimolazioni, offre possibilità di autodeterminazione e ricaduta diretta sulla qualità di vita, e costituisce un contesto molto privilegiato per un training di interazione interpersonale. Il "metodo Snoezelen" è un approccio mirato alla ricerca di un contatto con il proprio mondo interno attraverso la stimolazione dei sensi, atto a migliorare il benessere personale mediante il legame tra emozioni, vissuto ed anche disagio privilegiando l'essere umano nella sua totalità. La stanza multisensoriale "Un Abbraccio Fantastico", rappresenta uno spazio e un metodo, basato sull'empatia, capace di valorizzare le differenze e le abilità residue, diventando un formidabile strumento atto a favorire la stimolazione multisensoriale, la meditazione, strade che, attraverso metodiche differenti, tendono allo stesso obiettivo: il benessere della persona, come singolo e come soggetto sociale.

LE AREE DELLA STANZA MULTISENSORIALE

• aree di scoperta: dirette a persone che hanno capacità motoria sufficiente per spostarsi, salire, scendere, rotolare e arrampicarsi

• aree di rilassamento: basate sulla creazione di ambienti dove si gioca con luce, musica, aromi, gusto e tatto

• aree di interazione: progettate in maniera tale che i soggetti possano attivare stimolazioni particolari e modificare ad esempio musiche, colori ,vibrazioni in base ai loro gusti. Tutte

queste soluzioni devono essere semplici in modo che il soggetto venga stimolato a fare delle scelte in autonomia. La stanza multisensoriale è un luogo dove vivere varie esperienze sia sensoriali, che di rilassamento e di interazione; per questo è stato necessario avvalersi di un progetto complessivo di ambiente e di un allestimento dello spazio attraverso degli oggetti sensoriali, validi e presenti all'interno dei nostri ambienti, integrati in un sistema complessivo. La ricerca e la progettazione sono stati la base dell'adeguamento dell'ambiente in considerazione delle esigenze dei possibili fruitori. Per questo motivo è stata privilegiata la tecnologia come elemento fondamentale, poiché consente di personalizzare l'ambiente e rendere lo spazio dinamico e flessibile, regolando le sollecitazioni sensoriali, secondo le preferenze e le necessità della singola persona.

Ufficio Stampa, 24/10/2019 09:44:11, 0 Commenti
Altre notizie che ti potrebbero interessare...
La befana anche quest'anno non si é dimenticata di portare doni e sorrisi a Casa di Rosa, la struttura di Sansepolcro gestita dalla cooperativa Sean. Giuliana del Barna, poliedrica presidente ...[continua]
Inaugurata a Sansepolcro la stanza multisensoriale: un sogno che oggi è diventato realtà. E’ stata realizzata da Du it nei locali della Cooperativa Sean di via Angelo Scarpetti, con il ...[continua]
Anche quest’anno gli ospiti del Centro Diurno di Caprese Michelangelo  parteciperanno alla tradizionale “FESTA DELLA CASTAGNA” durante il week end del 19 e 20 Ottobre. L’Amministrazione del Comune di Caprese ...[continua]
Per il secondo anno consecutivo gli ospiti del centro di socializzazione Casa di Rosa insieme a quelli del Centro Diurno Psichiatrico UFSMA di Sansepolcro, hanno partecipato all’importante convegno “Poesie nel ...[continua]
Una foto ricordo tutti assieme al centro del piazzale di Casa di Rosa, poi il brindisi augurale di una stagione appena conclusa e un’altra che si aprirà a settembre carica ...[continua]